Progetto Musicatorio- Musikschule Frau Salvai

Lezioni di pianoforte per bambini, adolescenti e adulti e laboratorio di propedeutica musicale

in collaborazione con Stefania Salvai.

La musica raccontata nella lingua dei bambini.

Stefania Salvai

Silvia racconta Stefania: il progetto Musicatorio- Frau Salvai Musikschule.

“..Ho conosciuto Stefania Salvai quando avevamo poco più di 20 anni e già si respirava musica al solo suo passaggio! La chiamiamo tutti, scherzosamente, Frau Salvai,  per la sua lunga esperienza professionale svolta in Germania ma anche perchè è la signora della musica per tutti i bambini che imparano a stare in mezzo ai suoni insieme a lei…

Stefania fa musica con bambini anche piccolissimi, ama l’unione tra musica e natura e la trasmette ai suoi piccoli allievi…

Ho il piacere di poter portare nel centro di Torino la vitalità della sua scuola di musica valligiana, la Musikschule Frau Salvai  che ha già sede e Pinerolo e in Val di Susa… “

Silvia Cucchi.

La scuola di musica Musikschule Frau Salvai.

Stefania racconta la sua Frau Salvai Musikschule.

Frau Salvai Musikschule

Dopo anni di lavoro individuale sulla didattica, vista da angolazioni prospicienti, ma assolutamente complementari, nasce la collaborazione Musicatorio – Musikschule. Non la solita didattica, ma un’idea di sviluppo creativo della musicalità e del linguaggio delle note in tutte le direzioni possibili…. Uno spazio dove gli allievi possano immaginare il mondo sonoro sperimentando le loro peculiarità artistiche, la loro personalità. Uno spazio, un contenitore dove allievi e Maestri cooperino per la realizzazione di un obiettivo da scoprire insieme in itinere e direzionare in modo proficuo e valido qualitativamente”.

La Musikschule (letteralmente scuola di musica), nasce in Germania, dove Stefania Salvai insegnante e pianista italiana, sperimenta nuovi approcci didattici. Da questa esperienza nascono innumerevoli riflessioni che le consentono di meditare sull’alchimia che lentamente l’insegnante deve costruire con l’individuo speciale che ha di fronte ad ogni lezione. L’ostacolo della lingua favorisce una forma di comunicazione più sottile e interessante, una forma di filosofia didattica, dove pensiero, empatia ed imitazione, risultano vincenti su qualunque altro principio pedagogico. Di qui, l’identificazione dell’espressione Musikschule con un’idea, un principio d’insegnamento e non necessariamente con un luogo fisico. La Musikschule è un luogo interiore, un ponte d’inesauribile energia verso l’altro e che si ricarica con l’altro. Proprio per questo nasce quasi spontaneamente la collaborazione col Musicatorio…